Perché rifare un sito web

Ovvero: qual è il momento adatto per pensare ad un restyling del proprio sito? Come faccio a capire se è il caso di rifare un sito o di mantenerlo online?

Questa domanda, è una di quelle che ci fanno di più: “ho già un sito web, perché devo farlo da capo?

Domanda apparentemente facile, che però nasconde un mondo. In linea di massima un sito va rifatto quando si rientra in una di queste 5 casistiche

  1. Quando la vostra azienda si è rinnovata e il il vostro sito no

    Tutte le aziende cambiano: alcune più delle altre, altre meno. Un sito web deve poter cambiare con l’azienda, il professionista, l’entità che descrive.

    Se il cambiamento è di un certo peso, di una certa consistenza (ad esempio: è cambiata l’immagine, è cambiato lo scopo, le aspettative e gli obiettivi) allora è il momento di adeguare il sito alla nuova immagine o al nuovo scopo, aspettativa od obiettivo.

    Avere un sito distaccato dalla realtà aziendale è come non averlo. Non vi rappresenta più, non informa e non intercetta i reali potenziali clienti interessati a Voi. È il momento di rifarlo, non ci son dubbi.

  2. Quando non si riesce ad intercettare il pubblico potenzialmente interessato a voi, ai vostri prodotti o servizi

    Può succedere di avere però un sito perfettamente aderente alla vostra azienda che però non genera vendite, interazioni o contatti. Anzi, accade più spesso di quanto si creda. Avete un ottimo sito ma non avete nessuno che lo visiti.

    Occorre pensare ad una strategia di acquisizione clienti e l’ottimizzazione SEO; e per farla non basta sperare in trucchi o magie: è necessario che il vostro sito sia fatto con le giuste attenzioni ed accortezze necessarie. Se rientrate in questo caso, più tempo perdete meno persone interessate incontrerete!

  3. 3. Quando non si riescono a raggiungere i dispositivi utilizzati dai vostri potenziali clienti [es: sito non responsive]

    Oggi il 60% delle visite sui siti web si fa da smartphone e tablet. Avere un sito non ottimizzato per tali dispositivi, non avere un sito responsive vi esporrà alla perdita di 3/5 dei vostri potenziali visitatori.

    Oggi avere un sito mobile non è più una possibilità: è una necessità assoluta. Se il vostro sito si vede male su telefonini, sbrigatevi e rifatelo di corsa!

  4. 4. Quando il vostro sito non è più performante

    Più della metà dei visitatori scappa via da un sito se ci mette più di 3 secondi per caricarsi. Il 70% dopo 5 secondi. Visitatori che, nell’80% dei casi non ritorna pi. Pertanto, se avete un sito web che resta 3-4-5 secondi bianco prima di iniziare a caricarsi avete perso almeno tra il 40 e il 60% degli utenti potenzialmente interessati. Se ci aggiungiamo il fatto che Google tende a penalizzare i siti molto lenti, capirete che avete un grosso problema.

    Se il vostro sito ci mette troppo a caricare, avete un serio motivo per pensare al rifacimento.

  5. Quando il vostro sito non è usabile

    Ok, avete un sito veloce, aderente alla vostra immagine, responsive e molto visitato. Però non vendete, non avete contatti, non generate interazioni.

    In tal caso il problema è di un altro tipo: il sito attuale non funziona, non è usabile e non genera le giuste risposte da parte degli utenti. Probabilmente l’analisi pre-realizzazione è stata errata (sempre sia stata fatta) oppure il vostro messaggio non riesce a passare, il vostro sito non emoziona e convince i vostri utenti. Sì, è il momento di cambiarlo radicalmente!

Contattateci, potremmo essere le persone giuste per la tua azienda e per il tuo sito!

Preventivo:

© Copyright 2017 Ueppy Srl - Via Farnese 16, Pico | P.Iva 02682300609
Numero REA FR - 170067 - C.s. € 10.000,00 | Pec:

Privacy Policy